Sanificazione ambientale per eliminare definitivamente gli agenti patogeni

Qualsiasi ambiente sia esso pubblico che privato periodicamente necessita di una pulizia più profonda.

In questi casi è necessario affidarsi ad aziende esperte che eseguano una sanificazione accurata.

Cosa si intende per sanificazione

Con il termine di sanificazione si vuol intendere un trattamento che ha come scopo la disinfestazione totale dello spazio a disposizione, che porta alla completa eliminazione di agenti portatori di sporco e di qualsiasi tipo di batteri.

Questo intervento si effettua soprattutto nei grandi luoghi pubblici come industrie alimentari, ospedali, scuole, ma può essere effettuata anche in casa se si vuol avere la certezza di una disinfestazione profonda.

La differenza rispetto ad una normale pulizia consiste nell’abbattimento agenti patogeni.

Questo processo viene svolto in due fasi: la prima prevede una normale pulizia, mentre la seconda prevede la disinfezione approfondita di tutte le superfici.

Ovviamente prodotti, tecniche e strumenti da utilizzare variano a seconda dello spazio che dovrà essere pulito onde evitare anche problemi di salute a coloro che frequentano questi ambienti.

 

Differenti tipologie di sanificazione

Per effettuare una sanificazione, esistono infatti diverse tipologie di trattamenti da mettere in atto.

Uno di questi consiste nella sanificazione ecologica ovvero in una disinfezione completa mediante l’utilizzo di vapore o di acqua ad elevata temperatura: in questo modo è possibile eliminare l’utilizzo di prodotti chimici per una maggior sicurezza per le persone e l’ambiente.

Altra tecnica che viene maggiormente utilizzata è la sanificazione ad ozono: questo gas naturale, dal momento che è molto instabile, quando viene in contatto con una superficie mette in moto un processo di ossidazione che va ad eliminare qualsiasi tipo di batteri andando a penetrare anche negli spazi più piccoli.

Al temine di questo processo l’ozono, essendo instabile, tornerà sotto forma di ossigeno, senza alcuna traccia di pericolosità per l’ambiente circostante.

Per poter parlare di disinfezione, bisogna tener presente che sia l’aria che respiriamo, sia quando si dà la mano ad una persona o si tocca il telefono, si viene in contatto con microbi che possono causare problemi alla propria salute.

È proprio contro queste specie microbiotiche che va ad agire il processo di sanificazione ambientale, eliminando il problema alla radice.

 

Come agisce la disinfezione

Per poter agire sui vari microrganismi patogeni, bisogna ricorrere all’utilizzo di prodotti ad azione battericida e batteriostatica.

Per sapere che tipo di disinfettante utilizzare bisognerà conoscere:

  • le caratteristiche e le specie dei vari microrganismi che devono essere eliminati,
  • le caratteristiche dei disinfettanti e la loro compatibilità di utilizzo,
  • l’entità delle cariche microbiche delle superfici da trattare ed il grado di distruzione microbica che si vuole raggiungere,
  • le caratteristiche dei materiali da trattare,
  • le dosi e i modi di impiego.

In sintesi, si può affermare che un disinfettante deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • efficacia e rapidità nell’eliminazione dei vari agenti patogeni,
  • assenza di elementi tossici per l’uomo, l’ambiente e gli animali;
  • ampio spettro d’attività;
  • conservata attività anche in presenza di sporcizia;
  • costi limitati;
  • assenza di azioni caustiche,
  • ottima capacità di penetrazione
  • buona solubilità in acqua;
  • assenza di odori sgradevoli;
  • facilità di utilizzo.