Salute e benessere: come migliorare l’aspettativa di vita

L’aspettativa di vita media in Italia

L’Italia è uno dei Paesi del mondo con un’aspettativa di vita più alta, che nel 2016, secondo i dati ISTAT, ha raggiunto gli 80,6 anni per gli uomini e gli 85,1 per le donne. Un risultato di tutto rispetto e in costante, anche se lento, miglioramento.

Basti considerare che gli over 80 erano mezzo milione in Italia nel censimento del 1951, mentre oggi sono oltre 4 milioni e il dato è ancora in costante crescita. In aumento, anche se più difficile da quantificare, l’aspettativa di vita attiva, in salute e benessere.

Un dato significativo degli ultimi anni è stato il rallentamento dei progressi, ma questo è dovuto ad un fatto molto semplice. Per buona parte del XX secolo si è lottato per ridurre la mortalità infantile e in età adulta, portandola a livelli molto bassi, mentre ora è necessario guadagnare anni in età mediamente sempre più alta.

Una vita migliore e più lunga

Al di là dei dati statistici sull’aspettativa di vita media, comunque importanti per sottolineare l’andamento generale, è possibile aumentare la propria aspettativa di vita evitando alcuni fattori di rischio e conducendo una vita sana.

Alcuni fattori non sono per il momento eliminabili, perché genetici, come la predisposizione per alcune malattie. I progressi medici degli ultimi decenni però ci hanno permesso di trovare una cura per moltissimi mali e di tenerne sotto controllo molti altri, in particolar modo quelli progressivi, in modo da farli procedere più lentamente e aumentare così l’aspettativa di vita in salute e benessere. La sfida si sta facendo oggi più dura, ma i progressi continuano, seppure più lentamente che in passato.

Vivere in modo più sano e salutare

Aumentare la propria aspettativa di vita è possibile, controllando ad esempio la propria alimentazione ed eliminando alcuni fattori di rischio. A diminuire, statisticamente, la nostra vita sono ad esempio il fumo e l’abuso di alcol, con tutti i problemi di salute che ne derivano.

Il primo è la principale causa di cancro ai polmoni e debilita, con il passare degli anni, tutto il fisico aumentando le probabilità di ictus, infarti ed un numero impressionante di patologie. Anche il secondo ha un effetto estremamente deleterio sull’aspettativa di vita, sia per le malattie connesse all’abuso di alcolici, che comprendono problemi al fegato e all’apparato digerente, diabete ed ipertensione, sia a causa di incidenti stradali causati in stato di ebbrezza che possono, nei casi peggiori, risultare mortali.

I cibi della salute

Il progresso scientifico può aiutarci, oltre ad eliminare molte malattie una volta mortali, a condurre uno stile di vita più sano. Oggi sono noti sia i rischi che i benefici di moltissimi alimenti, per cui controllando ciò che si mangia è possibile controllare la propria salute in molti modi.

La dieta mediterranea, che comprende il consumo di carboidrati, moltissime verdure e poca carne è considerata una delle migliori per migliorare la salute e quindi l’aspettativa di vita. Il consumo di verdure verdi, ortaggi e, in generale, di prodotti di origine vegetale permette di assimilare vitamine, sali minerali e altri principi. La diminuzione del consumo di carne, in particolare quella rossa, può portare a diminuire il rischio di cancro e di molte altre patologie derivanti da una cattiva alimentazione.

Fonte: Salute e benessere SkyTG24