Legionella, aria condizionata e rischi correlati

Il condizionamento dell’aria ed il problema della legionella

Rapporto tra condizionamento dell’aria e patogeni

Il corretto funzionamento degli impianti di condizionamento dell’aria non riguarda esclusivamente la funzionalità e l’efficienza tecnica dei vari componenti costituenti l’impianto stesso, ma investe anche la qualità dell’aria trattata.

Il Nuovo Testo Unico relativo alla protezione e sicurezza degli ambienti di lavoro (D.lgs. 81/2008) prescrive che gli impianti di condizionamento dell’aria siano esenti da fattori contaminanti, quali polveri, allergeni, virus e batteri.

Lo stesso documento normativo detta specifiche linee guida per la pulizia e manutenzione degli impianti volte a ridurre il più possibile il rischio derivante dalla presenza di patogeni all’interno delle condotte.

Al riguardo merita una particolare attenzione il batterio della legionella, il quale trova spesso le condizioni ideali di sviluppo e diffusione proprio all’interno degli impianti di condizionamento, soprattutto se dotati di dispositivo di umidificazione dell’aria.

In caso di Legionella aria condizionata ed impianti sono a rischio.

legionella-aria-condizionataHabitat e pericolosità della legionella

Il batterio della legionella vive in stretto rapporto con l’acqua, grazie alla quale compie il suo sviluppo e si diffonde nell’ ambiente circostante.

Legionella e aria condizionata sono un binomio negativo: il batterio è in grado di spostarsi nell’aria trasportata dalle goccioline fini dell’aerosol d’acqua come, ad esempio, quello prodotto dai dispositivi di umidificazione degli impianti di condizionamento.

La pericolosità della legionella per l’uomo si riconduce in particolare ad una delle due patologie, la legionellosi o Malattia dei Legionari, che questo batterio è in grado di provocare a carico dei tessuti polmonari una volta inalato dall’ ambiente contaminato circostante.

La gravità di questa malattia è tale che se non è tempestivamente curata può condurre alla morte dell’individuo in circa il 10-15% dei casi.

La legionella negli impianti di condizionamento dell’aria

Se dotati di unità di umidificazione, gli impianti di condizionamento dell’aria possono costituire un potenziale serbatoio di sviluppo e diffusione della legionella aria condizionata.

La presenza di una minima quantità di acqua sotto forma di aerosol all’ interno delle condotte dell’impianto consente al batterio di spostarsi rapidamente nei vari locali contaminandoli.

Per questa ragione è molto importante evitare la formazione di ristagni d’acqua sulle superfici dell’impianto, rimuovere ogni principio di formazione di muffe o depositi di polvere, controllare la qualità dell’aria in ingresso e in uscita dall’ impianto, mantenere tutti i filtri puliti, effettuare periodiche disinfezioni e garantire i necessari interventi di manutenzione.

Le batterie di raffreddamento dell’aria presenti negli impianti di raffreddamento producono acqua dalla condensa del vapore acqueo intercettato all’esterno del locale e, pertanto, il rischio connesso tra legionella e aria condizionata in questo liquido è prossimo a zero.

Il rispetto delle linee guida previste dalla vigente legislazione in materia di condizionamento dell’aria negli ambienti di lavoro garantisce il più basso livello di rischio di contrarre la legionellosi.