Le cause della maculopatia

Le maculopatie sono le condizioni di degenerazione patologica della vista più comuni al mondo, e possono insorgere per diverse cause, nonchè, nella maggioranza dei casi, per l’invecchiamento fisiologico e l’avanzare dell’età. Il termine maculopatia indica le malattie e le disfunzioni progressive che colpiscono la macula, zona della retina preposta alla visione centrale e grazie alla quale siamo in grado di compiere azioni come leggere e riconoscere i volti delle persone che ci circondano.

L’insorgenza delle maculopatie

Le maculopatie più comuni sono quelle che colpiscono con l’avanzare dell’età, ma esistono anche altre forme di maculopatie le cui cause sono legate a patologie o a condizioni di salute particolari, come le maculopatiedovute al diabete,la maculopatia essudativa caratteristica della trombosi venosa e la maculpatia a cellophane o Puker maculare.
Circa 25 milioni di persone nel mondo sono portatori di maculopatie, e presentano tutti gli stessi sintomi iniziali: visione centrale ridotta, distorsione delle immagini (detta anche metamorfopsia) una progressiva perdita della vista. Le cause delle maculopatie possono essere svariate, oltre l’età avanzata, alcune forme di maculopatie sono tipiche di condizioni patologiche, come la maculopatia da diabete, la maculopatie dovuta a vascolarizzazione irregolare o anomale, e la maculopatia pucker. La maculopatia legata all’età senile è catalogabile in maculopatia secca o maculopatia essudativa: nella prima, le cellule che costituiscono la retina perdono progressivamente di tono e volume, seccandosi e riducendo la loro attività e funzionalità. Nel secondo caso invece un
ridotto apporto di nutrienti alle cellule scatena l’azione del fattore di crescita vascolare (VEGF) che porta alla costruzione di agglomerati di capillari anomali, che riducono l’attività della retina. Spesso questo tipo di formazione prende il nome di angioma retinico o vascolarizzazione coroidale (CNV).
La maculopatia a cellophane, detta anche pucker maculare è caratterizzata dalla crescita di una sottile membrana sul versante interno della retina, membrana che può essere asportata mediante un semplice intervento di vitrectomia.
L’insorgenza delle maculopatie va controllata specie quando la causa è il diabete o un’altra malattia degenerativa, e può essere verificata con dei test specifici come il test di Amlser, in grado di rilevare metamorfopsia, ovvero percezione di linee ondulate laddove ci siano linee rette. Grazie all’osservazione di una semplice griglia il paziente può riferire diversi gradi di metamorfopsia, e la diagnosi può essere fatta velocemente.

Chi dovrebbe sottoporsi al test?

Un test è particolarmente raccomandato per tutti coloro che soffrano di diabete (che gioca un ruolo fondamentale ne le cause della maculopatia non legata all’età senile) i miopi gravi, persone che presentino drusen sulla retina. Per ogni informazione sulla maculopatie, il sito Carmineciccarini.it è in grado di rispondere a tutti i quesiti chiarendo ogni dubbio e mettendo a disposizione informazioni chiare ed esaustive. Le cause della maculopatia oggi
sono facilmente individuabili e prevenibili attraverso una vita sana, e la prevenzione di patologie ad essa legate, come il diabete, che come tutti sanno è capace, nei suoi stadi più gravi, di procurare lesioni permanenti alla vista e progressiva cecità.