Esame vista rinnovo patente – campo visivo binoculare

Esame della vista telematico per il rinnovo della patente

Eseguire controlli periodici della vista è importante per prevenire l’insorgere di patologie oculari e per mantenere il buono stato di salute degli occhi. Oltre che per i propri fini diagnostici personali, a volte l’esame della vista è strettamente richiesto per richiedere certificati o per svolgere particolari attività.

Ad esempio, un’analisi oculistica può essere richiesta per partecipare a concorsi e selezioni di lavoro, o per richiedere il rilascio di documenti e attestazioni. In particolare, è necessario superare una visita oculistica per il rilascio e il rinnovo della patente. Allo scadere del documento di guida, per ottenerne il rinnovo si deve dimostrare di avere buone facoltà visive in linea con i requisiti della sicurezza in strada sostenendo un esame vista rinnovo patente.

Per accertarsi delle capacità visive del guidatore, solitamente è necessario recarsi da un medico oculista professionista presso studi privati, motorizzazione o scuole guide, con i lunghi tempi di prenotazione e attesa del caso. Fortunatamente, adesso esiste l’alternativa comoda e veloce offerta da IGOR Prontoculista, che permette di svolgere gli esami facilmente e ricevere le risposte per via telematica.

Campo Visivo Binoculare per il rinnovo della patente

campo visivo binoculareL’esame necessario per il rinnovo della patente è chiamato Campo Visivo Binoculare. Questo esame è particolarmente richiesto agli individui affetti da patologie che possono compromettere le capacità visive al volante, come epilessia, ipertensione, diabete, patologie retiniche e strettamente oculari.

Presso i centri IGOR è possibile effettuare un esame specifico per valutare questi requisiti e ricevere i risultati telematicamente grazie al lavoro di esperti del settore, che valutano entro 72 ore l’adeguatezza o inadeguatezza del soggetto a continuare l’attività di guida. La valutazione avviene in base ai valori riscontrati dall’esame, che devono rientrare in una certa fascia di normalità per essere giudicati idonei alla guida. I valori e la rispettiva fascia di normalità cambieranno ovviamente a seconda che il paziente sia dotato di vista da entrambi gli occhi o solo da uno dei due.

Requisiti per il rinnovo della patente

Affinché avvenga il rinnovo della patente, l’automobilista deve dimostrare il possesso di requisiti minimi verificati dall’esame del Campo Visivo Binoculare. Questi requisiti cambiano a seconda del tipo di patente di cui il soggetto è in possesso. Infatti, le patenti sono divise in due gruppi, il gruppo uno composto dalle patenti di tipo A, A1, B, B1 e B+E, che richiedono la prova di capacità visive nella media, e il gruppo due, composto dalle patenti di tipo C, C1, D, D1, C+E, C1+E, D+E e D1+E, che richiedono il possesso di requisiti di vista più stringenti. Il caso dei soggetti con capacità visiva da un solo occhio è leggermente diverso, perché questi hanno accesso solo a patenti del gruppo uno e devono dimostrare requisiti di vista dell’occhio sano leggermente superiori agli altri automobilisti per compensare l’assenza pressoché totale di vista dall’altro occhio.