Poste italiane ed il mini prestito Bancoposta

Sempre più persone, in mancanza di denaro, decidono di affidarsi a banche e finanziarie per ottenere dei prestiti e dei finanziamenti per quelle spese straordinarie che, da soli, non riuscirebbero a permettersi.

Poste Italiane offre una nuova tipologia di prestito: il mini prestito Bancoposta.

 

Che cos’è il mini prestito Bancoposta?

Il mini prestito Bancoposta è un prestito ideato da Poste Italiane che prevede l’erogazione di tre possibili somme in tempi molto brevi e con una durata di rimborso fissa.

E’ stato pensato per tutte quelle spese straordinarie di bassa rilevanza, ovviamente non si può pensare di sottoscrivere un rogito con il mini prestito Banco posta.

 

Come funziona l’erogazione ed il rimborso del mini prestito Bancoposta?

E’ possibile sottoscrivere il mini prestito recandosi negli uffici postali, compilando un modulo e presentando tutta una serie di documenti: carta d’identità, tessera sanitaria e il documento attestante il reddito.

Inoltre, il mini prestito Bancoposta, è previsto per tutti coloro che sono in possesso di una carta Postepay Evolution e hanno un’età compresa fra i 18 e i 70 anni.

Il mini prestito può avvenire, come detto in precedenza, con tre tagli diversi: 1000 euro, 2000 euro e 3000 euro.

Ognuno di questi dopo essere stato scelto, in tempi molto rapidi rispetto ai prestiti normali, verrà accreditato sulla carta Postepay Evolution del titolare del prestito.

Il tempo di rimborso è fisso a 22 mesi, in modo tale da renderlo più agevole, limitando la spesa mensile tra i 50 euro e i 150 euro.

Il taeg di rimborso si aggira intorno al 10,14% ponendo il mini prestito Bancoposta nella fascia media rispetto ad altri possibili prestiti.

 

Quali sono i vantaggi di un mini prestito Bancoposta?

Come già detto in precedenza, i vantaggi di sottoscrivere un mini prestito Bancoposta sono essenzialmente: rapidità, facilitazione nell’erogazione e facilitazione del rimborso.

Infatti, nel giro di qualche giorno si potrà subito godere della somma stabilita nell’ufficio postale direttamente dalla propria carta.