Cosa non può mancare nell’arredo di una parafarmacia

[column col=”1/4″]ADD_CONTENT_HERE[/column]
Quando si parla di restauro o creazione di esercizi commerciali quali farmacie e parafarmacie, ci si dovrà affidare ad esperti del settore, i quali suggeriranno le soluzioni più opportune, come quelle apportate per la mia farmacia al fine di avere un ambiente moderno e tecnologico.

Negli ultimi anni, numerose richieste di restauro vengono effettuate per le parafarmacie.

Una parafarmacia è quell’esercizio commerciale dove, oltre ai farmaci da banco è possibile trovare anche medicinali senza obbligo di ricetta.

Il boom della loro apertura è dovuto principalmente alla necessità di poter liberalizzare il mercato delle farmacie: si potranno infatti trovare integratori alimentari, prodotti estetici, di erboristeria, farmaci omeopatici, articoli sanitari sia per l’infanzia che per l’igiene personale.

Anche in questo caso è obbligatoria la presenza di un farmacista e per rendere quest’esercizio commerciale redditizio ha bisogno di determinati accorgimenti anche per quanto riguarda l’arredo.

Puntare sugli espositori

 

Dagli espositori ai banconi, dalle cassettiere agli elementi modulari, tutto deve essere studiato alla perfezione per renderlo un luogo dove il cliente si senta a proprio agio e, l’attività sappia valorizzare le potenzialità evolutive.

Una parafarmacia per risultare ordinata e funzionale è bene che sia un ambiente non troppo ristretto: questo permetterà di poter esporre, a seconda della categoria, in maniera ordinata i vari prodotti.

Disporre di spazio equivale a creare un piccolo emporio della salute, che possa valorizzare i singoli prodotti a seconda della categoria attraverso la suddivisione degli scaffali in base alla tipologia.

Dedicare uno spazio alla cura dei più piccoli è importante, così come per i prodotti d’erboristeria e quelli dedicati all’igiene personale.

Nel caso degli scaffali dedicati ai più piccini è possibile cercare di attirare l’attenzione anche dei piccoli creando un ambiente colorato e giocoso.

Altro complemento d’arredo importante è la cassettiera in quanto permette di esporre molti prodotti di diverso genere e gli stessi esemplari possono essere ordinati negli appositi cassetti sottostanti.

Parte fondamentale per l’arredo di una parafarmacia è anche il bancone, meglio se spazioso, che possa ospitare comodamente il computer, alcuni prodotti da banco, la cassa e lo spazio dedicato al pos.

Bisogna solo far attenzione a che il bancone non risulti troppo alto per dare modo a chiunque di poter accedere per poter prelevare quanto acquistato, non creando disagi neanche a disabili.

Oltre alla perfetta suddivisione degli spazi, inoltre, si dovrà prestare la massima attenzione nella scelta degli arredi e nella cura dei dettagli.

Lo scopo, infatti, dovrà essere quello di impreziosire il punto vendita trasmettendo al cliente, un senso di professionalità ed armonia.

Importantissima sarà la scelta dell’illuminazione, un luogo particolarmente luminoso risulta accattivante e, grazie alle recenti tecnologie led, è possibile far ciò risparmiando e dando una mano non indifferente all’ecosistema.

I colori da scegliere sono piuttosto soggettivi ma sono sconsigliabili sia i colori troppo accesi, perché potrebbero alla lunga stancare il consumatore finale, che quelli più tenui perché potrebbero arrecare noia.